Shao-Hé ASD

Viale Santuario, 48
Castelleone, 26012 (CR)

Inizia ora!

T’ai Chi Ch’üan

Tra leggenda e fonti storiche attendibili sulla propria storia, si può affermare che il T’ai Chi Ch’üan è un’arte marziale la cui trasmissione è stata originariamente tenuta a lungo nascosta dalle famiglie che ne detenevano la conoscenza, e solo all’inizio del XX secolo si è diffusa a partire dalla Cina, luogo di origine, per essere insegnata ad un pubblico vasto quasi esclusivamente come ginnastica per tenere il corpo in salute.

Oltre a questo iniziale livello di benessere fisico, i testi classici cinesi più antichi sottolineano quanto il T’ai Chi Ch’üan sia un’arte marziale completa, in grado non solo di fornire validi strumenti per la propria difesa, ma anche di sviluppare una grande energia interna, che nulla ha a che vedere con la forza fisica e muscolare.

Il T’ai Chi Ch’üan è strettamente collegato alla visione della fisiologia umana elaborata dalla Medicina Tradizionale Cinese e ai principi cosmologici e alchemici della filosofia Taoista.

Arte marziale estremamente raffinata, se praticata con intenzione, costanza e sotto la guida di un maestro, consente di conservare, trasformare, sviluppare e potenziare un lavoro interno: il raggiungimento dell’equilibrio tra i “Tre Tesori” (San Pao), le vere e proprie radici della nostra vita: “Ching” o essenza, “Ch’i” o energia interna e “Shen” o energia mentale o spirito.

Dopo secoli di sola tradizione orale, i principi fondamentali a cui si devono rigorosamente attenere i praticanti di T’ai Chi Ch’üan sono stati codificati in alcune raccolte di poesie e in alcuni libri; il contenuto di tali insegnamenti è condiviso tra i praticanti di tutti gli stili in cui si è sviluppato il T’ai Chi Ch’üan e, sebbene rappresenti una bussola imprescindibile, il vero significato viene generalmente compreso solo dopo lunghi anni di pratica.

Shao Hé propone lo studio e la pratica del T’ai Chi Ch’uan stile Yang, lo stile inizialmente ideato da Yang Lu Chan e successivamente diffuso dal nipote Yang Chen Fu agli inizi del XX secolo in tutta la Cina, così come trasmesso in Italia dal Maestro Chang Dsu Yao, secondo un’impostazione “di scuola” rigorosamente marziale, ma che mette il benessere psico-fisico e la studio delle proprie energie al primo posto.

“La vera comprensione del T’ai Chi Ch’üan non è solo intellettuale, ma anche fisica ed emotiva. Bisogna capire con la mente, capire con il corpo e capire con il cuore.”

Chang Dsu Yao

Imparare il T’ai Chi Ch’üan presso Shao Hé A.S.D.

Il più famoso tra gli stili  interni del Kung Fu, a tutti gli effetti disciplina marziale, il T’ai Chi Ch’üan può essere praticato anche come morbida ginnastica antistress o forma di meditazione dinamica per lo sviluppo e la conservazione della salute, dell’energia interna, della concentrazione e dell’autocontrollo.

Per questo motivo il Tai Chi Ch’üan può essere praticato da tutti, anche in età avanzata.

 

Il Programma

Quando si inizia una disciplina nuova è fondamentale avere delle solide basi su cui costruire l’intero percorso: per questo motivo la nostra scuola, seguendo gli insegnamenti del Maestro Chang Dsu Yao, segue uno schema studiato al fine di facilitare l’apprendimento e la pratica del T’ai Chi.

Sin dall’inizio viene curata la necessità di essere elastici, aperti, lunghi; tale obbiettivo si sviluppa mediante lo studio del Pa Tuan Chin, “le otto pezze di tessuto prezioso”; si tratta di una antica serie di esercizi che vengono sempre eseguiti ad inizio lezione e predispongono il fisico alla pratica della disciplina riscaldando e allungando l’apparato muscolo – tendineo, distendendo la colonna vertebrale e sbloccando i tre segmenti che compongono il corpo: spalle, vita e anche, agendo anche a livello metabolico stimolando una serie di punti della fisiologia umana secondo gli insegnamenti della Medicina Tradizionale Cinese.

Ai nuovi allievi vengono inizialmente insegnate le posizioni fondamentali (Chi Pen Pu Fa), che iniziano a trasmettere al praticante l’importanza dello spostamento del peso (corporeo) per passare da una posizione all’altra e a rafforzare la posizione per essere forti “sotto” e leggeri “sopra“.

Di fondamentale importanza è lo studio della respirazione tramite esercizi di Ch’i Kung (lavoro sull’energia interna), finalizzati a rendere la respirazione “bassa“, diaframmatica, profonda, continua.

Fin dal primo anno viene insegnata la prima delle quattro parti nelle quali è suddivisa l’esecuzione delle 108 tecniche che compongono l’intera forma, il Tai Chi Ch’üan Ti I Lu.

Apprese le 108 tecniche che formano il percorso completo dello stile Yang, la Scuola Chang propone una serie di applicazioni marziali:

  • T’ui Shou Chi Pen Pa Fa, “spingere con le mani”: sono i primi esercizi che si eseguono in coppia che permettono di iniziare a capire il principio della cedevolezza
  • T’ui Shou Ti Tao: forme di combattimento che ricalcano la quattro forme di Tai Chi Ch’üan apprese
  • Chi Kung Chi Pen Kung Ch’ia: esercizio molto complesso di pura concentrazione unita alla respirazione
  • Ch’in Na, Tecniche di leva
  • Ta Lü, grandi trazioni a terra
  • Ping Ch’i, studio di armi quali il bastone lungo, la sciabola, la lancia, la spada…

Dopo aver sostenuto l’esame di cintura nera e solo da quel momento il praticante scoprirà quanto vasto è ancora il programma dello T’ai Chi Ch’üan Chuan trasmesso dal M° Chang!!

Se hai domande specifiche sul programma o altro, non esitare a contattarci!

“Il Kung Fu è un’arte vasta e profonda come l’oceano e dall’esterno se ne può vedere solo la superficie.”
Cit. Chang Dsu Yao